Le ragioni

Stampa PDF

3

A partire dal 20 marzo 2011 la mediazione è obbligatoria nei casi di una controversia in materia di:

diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione e comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti, da responsabilità medica, da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari.

La mediazione si introduce con una semplice domanda all’organismo, contenente l’indicazione dell’organismo investito, delle parti, dell’oggetto della pretesa e delle relative ragioni.

 

Le parti possono scegliere liberamente l’organismo.
In caso di più domande, la mediazione si svolgerà davanti all’organismo presso cui è stata presentata e comunicata alla controparte la prima domanda.
In caso di insuccesso della mediazione, nel successivo processo il giudice potrà verificare che la scelta dell’organismo non sia stata irragionevole, ad esempio per mancanza di qualsiasi collegamento tra la sede dell’organismo e i fatti della lite ovvero la residenza o il domicilio della controparte.

ALCUNI NOSTRI CLIENTI

Progetti Formativi

Accreditamenti

CONTATTI

aedstudi2

Indirizzo: Viale della Libertà 106, 95129 Catania
Tel: +39 095 8265915
Fax: +39 095 8991907
info@aedstudi.org
accademiaeracliteadeglistudi@pec.it

Paga il tuo corso di formazione